Framura-mare

Framura, uno dei Borghi più Belli d’Italia

Framura fa parte del circuito dei Borghi più belli d’Italia. Eletta tale nel 2015, Framura è un comune sparso di quasi 700 abitanti in provincia di La Spezia.

Perché Framura è un comune sparso? Con il nome Framura si indica per lo più la località a mare e l’unità territoriale amministrativa, ma il comprensorio è costituito da cinque piccoli borghi, situati per lo più a monte. Anzo con le sue alte mura, Castagnola ricca di opere d’arte, l’antica Costa e le medievali Ravecca e Setta.
La zona fu frequentata in epoca preromana e fu a lungo contesa dalle famiglie nobiliari della provincia di La Spezia e di Genova. A testimonianza di ciò rimangono i ruderi del castello medievale dei marchesi Da Passano, i maggiori possidenti che la storia di Framura abbia conosciuto. Luogo strategico di difesa, questa sua caratteristica è ravvisabile nelle numerose torri d’avvistamento sparse sul territorio, le più antiche delle quali risalgono all’epoca carolingia.

Framura: cosa offre il territorio

Framura è situata di una delle tante insenature e calette, che caratterizzano la frastagliata costa del levante ligure. Il monte Serro è la cima più significativa del territorio e ricade nell’area protetta del Parco nazionale delle Cinque Terre. Attraversata da tanti piccoli torrenti e rivi il più interessante è il torrente Castagnola che sorge alle pendici del monte San Nicolao.

Framura spiagge

Framura-spiaggia

Come nelle vicine Cinque Terre, il mare è cristallino e le spiagge sono per lo più selvagge. Le principali sono:

Arena: la spiaggia più estesa, ciottolata, è raggiungibile a piedi tramite un sentiero che parte da Anzo.

Porticciolo: è la spiaggia di Framura più conosciuta poiché sottostante la stazione centrale e quindi facilmente raggiungibile. In cemento e scogli, è stata ricavata tra la roccia del monte e il Ciamia, lo scoglio più grande della Liguria. Con approdo per barche, noleggio bici e canoe, bar, servizi igienici.

Fornaci: è una spiaggia raggiungibile anche in auto con possibilità di parcheggio, da Deiva Marina o da Framura. Raggiungibile anche a piedi dal Monte Serro e in treno scendendo alla stazione di Deiva Marina. Attrezzata.

Porto Pidocchio: caletta dalla spiaggia mista sabbia-sassolini, raggiungibile attraverso un comodo sentiero dalla Pista Ciclopedonale Maremonti.

Torsei: situata oltre il Porticciolo, si raggiunge comodamente a piedi dal sottopassaggio della stazione ferroviaria e proseguendo tramite la nuovissima passeggiata a mare.

Vallà: piccola e sabbiosa, si raggiunge a piedi passando da Arena e dalla passeggiata a mare. Attrezzata.

Oltre a piacevoli nuotate qui è possibile effettuare escursioni in canoa, snorkeling ed immersioni. Al Porticciolo è presente un diving centre che fornisce tutti i servizi. Per i più esperti, lungo la costa è possibile effettuare immersioni per ammirare i numerosi relitti. Il più interessante e famoso è quello del cacciatorpediniere “Marcella”, spezzato in due e lungo 90 metri e poi il relitto del rimorchiatore “Vittoria”, ancora intatto.

Tantissimi sono gli altri sport praticabili: camminate e bike lungo la Pista Ciclopedonale Levanto- Framura Maremonti, trekking lungo antichi sentieri sospesi tra montagna e mare, mountain bike soprattutto per esperti (anello di Framura, da Deiva Marina a Costa, da Framura a Bonassola).

I borghi

Framura borghi piu belli d italia

Anzo, forse identificabile con l’ antica Antion dello pseudo-Scillace, posta al confine delle terre liguri ed etrusche, reca nella sua conformazione i caratteri del piccolo borgo di villeggiatura degli inizi del secolo che non hanno cancellato però le testimonianze di un passato antico come una trifora inglobata in una facciata in pietra palombina, l’affresco su due edifici che raffigurano due anziani innamorati. Ad Anzo troviamo poi la torre di guardia edificata dalla Repubblica genovese nel XV secolo e la cappella di S. Maria della Neve oggi chiesa di Nostra Signora della Neve, adornata in stile neogotico e che conserva al suo interno un olio su tela raffigurante Cristo alla Colonna di fine XVI secolo che presenta caratteri Cambiaseschi, il Cristo e La Veronica del XVIII secolo e una Madonna con Bambino San Giovanni Battista e San Sebastiano del XVII.

Nella frazione Ravecca, ritroviamo un impianto medievale ancora intatto e la Cappella Farina, privata, dedicata ai SS. Bernardo e Pasquale, con un piccolo altare di fattura rustica, decorato da rozze protome in stucco.

Setta, è la sede comunale, caratterizzata da un’altra grande torre di guardi genovese del sec.XV e dalla Cappella di S. Rocco che presenta una facciata in stile neoclassico essendo della seconda metà del ‘70o. All’interno conserva una Madonna col Bambino fra San Rocco e San Nicola, databile al XII-XVIII secolo. Di fronte alla Chiesa, sul piazzale è stato posto recentemente un bassorilievo marmoreo del secolo XVI raffigurante la Resurezione.

La frazione Costa è la più interessante dal punto di vista archeologico, storico, artistico. Essa è dotata di una torre di guardia di epoca carolingia (sec olo IX) e anche la Pieve di S. Martino è stata oggetto di numerose ricerche. All’interno si trova uno dei capolavori di Bernardo Strozzi, la Madonna del Rosario con i Santi Domenico e Carlo Borromeo e un pulpito in marmi policromi di epoca barocca che la tradizione orale vuole essere stato scolpito originariamente per la Cattedrale di San Lorenzo in Genova. Alla fine del carruggio di Costa è situato l’ospitale di Framura, e, secondo una lapide in caratteri carolini inglobata sulla facciata, sarebbe opera di Giuliano de Dugo alla fine di dicembre 1400.

Nella Parrocchiale di San Lorenzo di Castagnola si può invece ammirare la “Deposizione” di Luca Cambiaso, opera appartenente al periodo della maturità dell’artista.

Framura-spiagge
Framura-la-costa
Framura-il-porticciolo
Costa-Framura-Chiesa-di-San-Martino
Il-porticciolo-di-Framura
Framura-stazione
Framura-pista-ciclabile
Castagnola-Chiesa-di-San-Lorenzo
Framura-torre-carolingia-di-Costa
Anzo-di-Framura-torre-genovese
Condividi